Scienze

Schema per la realizzazione di una Relazione di Laboratorio

Postato il Aggiornato il

SCHEMA PER LA RELAZIONE DI LABORATORIO DI SCIENZE

Premessa

Una relazione deve contenere tutte le informazioni necessarie in modo tale che chiunque la legga, pur non avendo eseguito l’esperienza di laboratorio, leggendo la vostra relazione sia in grado di rifare in modo autonomo la prova e possa confrontare i propri risultati con i vostri.

SCHEMA

  1. Intestazione

Deve riportare tutti i dati dell’autore della relazione (nome, cognome, classe), nomi degli altri componenti del gruppo di lavoro e la data.

  1. Titolo dell’esperienza.

Deve evidenziare, con poche parole e in modo preciso, l’oggetto dell’esperienza e, quindi, della relazione.

  1. Introduzione.

Deve brevemente presentare il lavoro, indicando di cosa si tratta. Può contenere informazioni teoriche in rapporto all’analisi e/o elementi che aiutano a contestualizzarla.

  1. Obiettivo/i dell’esperienza.

Si scrivono sinteticamente gli obiettivi dell’esperienza.

  1. Materiale occorrente.

Occorre descrivere tutto ciò che si è utilizzato rispettando i seguenti punti

A) Strumenti di misura

Per ogni strumento deve essere specificato la sensibilità, la portata ed eventualmente come utilizzarlo.

B) Materiali utilizzati

Occorre elencare i materiali utilizzati specificando anche il modo in cui sono stati utilizzati.

C) Illustrazione dell’apparato

Nel caso di apparati complessi è utile realizzare uno schema o una foto dell’apparato. Nel caso di apparati semplici questo punto può essere saltato.

  1. Procedimento

Si descrivono in dettaglio le operazioni da eseguire per realizzare l’obiettivo dell’esperimento ci si può aiutare anche con disegni o con l’inserimento di figure o altro. Viene normalmente esposto per punti, in sequenza e forma schematica. Può contenere i calcoli relativi alla preparazione dei materiali.

  1. Risultati

Si riporta la descrizione di tutto ciò che si ritiene importante per la comprensione del fenomeno studiato; se si effettuano misure si raccolgono i dati ottenuti in tabelle e si procede alla loro successiva elaborazione costruendo grafici. Indicare i valori riportati con le corrispondenti unità di misura e, se occorre, con gli errori assoluti e secondo la corretta indicazione delle cifre significative.

  1. Considerazioni e conclusioni

Verificare se sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati, valutare se i risultati sono in accordo con le proprie conoscenze teoriche, fornire una interpretazione e/o spiegazione dei risultati ottenuti. In alcune esperienze l’insegnante fornirà domande specifiche e proprio rispondendo a tali domande si potranno trarre le opportune interpretazioni, spiegazioni e conclusioni.

 

NOME ……………. COGNOME …………………… Classe …..…. Data ………..
Componenti del gruppo di lavoro:

 

 

Titolo:

 

 

Obiettivo/i:

 

 

Materiali e strumenti:

 

 

Procedimento:

 

 

 

Risultati, osservazioni, raccolta ed elaborazione dei dati:

 

 

 

Conclusioni:

 

 

Annunci

Anatomia comparata dei Vertebrati

Postato il Aggiornato il

Al seguente link troverete la tabella di anatomia comparata dei vertebrati modificabile in formato Word da scaricare e completare.

Tabella di anatomia comparata dei vertebrati

Vulcani e terremoti

Postato il

Presentazione di sintesi su vulcanismo e sismologia: cliccare sui link per visualizzare i filmati.

In caso di problemi con l’apertura dei link contattatemi via mail.

Buo Lavoro!

Presentazione: Terremoti e vulcani

Astronomia

Postato il

 

Astronomia: scarica una breve presentazione sulle nozioni basilari di astronomia, comprendente le principali teorie sulla nascita dell’universo e sulla sua struttura, e un interessante articolo pubblicato sul periodico “Le Scienze”, intitolato “L’origine dell’Universo”:

 

Leggi sul moto dei pianeti: scarica la presentazione sulle tre leggi di Kepler e sulla legge di Gravitazione universale di Newton:

Educazione alimentare

Postato il Aggiornato il

Scarica di seguito la tabella dei valori nutrizionali dei più comuni alimenti utilizzati in cucina (valori espressi per 100 g) ed allenati a calcolare l’apporto calorico dei tuoi piatti preferiti e la loro composizione in termini di proteine, carboidrati e lipidi.

Tabella valori nutrizionali alimenti

Nota: per le fritture indicativamente aggiungi 150 – 200 Kcal/100 g di prodotto fritto

“L’idea singolare di Darwin”

Postato il Aggiornato il

Nel documento scaricabile troverete la narrazione della storia e della nascita delle teorie evoluzionistiche della prima ora ed il loro intrecciarsi con le altre scoperte scientifiche che stavano nascendo nel contesto storico del fermento culturale del 1800, grazie anche alle nuove scoperte geografiche ed alle esplorazioni di territori ancora incontaminati.

“L’idea singolare di Darwin” (16 MB)

Consegna

Leggere la narrazione assegnata e produrre:

  1. Riassunto dei concetti più importanti sotto forma di elenco puntato;
  2. Mappa concettuale del testo che metta in luce i collegamenti interni ed eventuali collegamenti interdisciplinari esterni con altre materie (es: storia)